Il suono del silenzio. L’opera di Romeo Castellucci

Ascolta la versione integrale qui

Il suono del silenzio è un ritratto in prima persona dell’opera di Romeo Castellucci. Artista teatrale, visionario e poliedrico, è tra i fondatori della Raffaello Sanzio Socìetas diventata uno dei principali centri di produzione e sperimentazione del teatro contemporaneo europeo. Il suo è un teatro del corpo dello spazio, del suono e del silenzio nel quale la parola diventa azione e visione disintegrandosi nella scena.

Il documentario radiofonico racconta a partire dalle suggestioni biografiche e genealogiche  di Castellucci l’evoluzione e la contemporaneità della sua opera teatrale.

La trama artistica di Romeo Castellucci affonda le radici nella visione onirica e crudele del reale propria della genialità di Antonin Arteaud per sviluppare una peculiare ed unica visione del reale frantumato in un caleidoscopio di elementi scenici materiali ed immateriali. Tra questi il suono ricopre un ruolo specifico e fondamentale come sottolinea lo stesso Castellucci soffermandosi sul suo sodalizio creativo con il musicista elettroacustico statunitense Scott Gibbons. La scena è uno spazio creativo da attraversare, riempire, svuotare,  costruire come spazialità autonoma e unica che si propone come realtà slegata dal reale. La conversazione con l’artista romagnolo, ormai una delle figure centrali dell’attività di creazione teatrale contemporanea, tocca i punti salienti della crescita e sviluppo di una visione propria delle potenzialità del linguaggio scenico, ed è attraversata da estratti sonori tratti dalle opere di Castellucci/Raffaello Sanzio Socìetas e da composizioni di Gibbons.

Il suono del silenzio è stato realizzato nell’ambito della presentazione del volume collettaneo dedicato all’arte di Castellucci: Toccare il reale. L’arte di Romeo Castellucci. Edito dalle edizioni Cronopio di Napoli.